Libretto per il Pellegrinaggio

Inizio Pellegrinaggio / Primo Mistero / Secondo Mistero / Terzo Mistero / Quarto Mistero / Quinto Mistero / Litanie / Preghiere di affidamento / Santa Messa / Canti Santa Messa / Preghiera Incontro Mondiale delle Famiglie


Segui su questa pagina oppure Apri PDF


Accoglienza

Lode corale

Saluti


Inizio Pellegrinaggio

Canto

Vergin Santa

Vergin Santa, Dio t’ha scelto con un palpito d’amor
per dare a noi il tuo Gesù; piena di grazia noi t’acclamiam.

AVE, AVE, AVE, MARIA.

Esultate con grande gioia, Dio attende i figli suoi,
nel Regno suo li colmerà d’ogni beata felicità. RIT.

Gloria eterna al Padre cantiamo, al suo Figlio Redentor,
al Santo Spirito vivo nei cuor, ora e sempre nei secoli. Amen. RIT.

Lettore

«Voi siete il Rosario vivente di Maria… Questa corona, che oggi tenete in mano con gioia, sia il simbolo della vostra unione a Gesù. Portatela con voi in tutti i giorni della vostra vita».

San Giovanni XXIII
Discorso ai Partecipanti al 1° Pellegrinaggio Nazionale del Rosario Vivente, Basilica Vaticana, 4 maggio 1963

Guida

Con questi sentimenti diamo inizio al nostro 14° Pellegrinaggio Nazionale delle Famiglie per la Famiglia.

† Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo
R. Amen.

† Il Signore sia con voi
R. E con il tuo spirito.

Monizione introduttiva

Il ministro introduce il Rito di benedizione con queste parole:

† Carissimi, all’inizio del nostro 14° Pellegrinaggio Nazionale delle Famiglie per la Famiglia richiamiamo alla mente con quale animo abbiamo maturato il proposito di partecipare a questo gesto di fede. Sotto lo sguardo della Madonna Greca, Vergine dalle mani alzate, Patrona di Ravenna, convenuti da ogni parte della Regione, desideriamo essere confermati nella fede, colmi di gioiosa speranza, in una vita buona fondata sul Vangelo di Gesù e stimolati a dar corso alle opere di carità. Ai fratelli e sorelle che incontreremo desideriamo comunicare la gioia della sequela cristiana e in dono un rinnovato amore per la causa della famiglia, perché insieme possiamo arricchirci nella mutua edificazione.

Preghiamo.

Tutti pregano in silenzio. Poi tutti insieme dicono:

 Ave Maria, Donna povera ed umile,
benedetta dall’Altissimo!
Vergine della speranza, profezia dei tempi nuovi,
noi ci associamo al tuo cantico di lode
per celebrare le misericordie del Signore
e per annunciare la venuta del Regno.

Ave Maria, Donna del dolore,
Madre dei viventi!
Vergine sposa, nostra guida sulle strade del mondo,
insegnaci a diffondere l’amore di Cristo,
a sostare con Te presso le innumerevoli croci
sulle quali tuo Figlio è ancora crocifisso.

Ave Maria, Donna della fede,
prima dei discepoli!
Vergine Madre della Chiesa, aiutaci a rendere sempre
ragione della speranza che è in noi.
Insegnaci a rinnovare il mondo dal di dentro,
nella profondità dell’orazione
e nella gioia dell’amore fraterno.

Santa Maria, Madre dei credenti,
prega per noi. Amen.

San Giovanni Paolo II,
Preghiera a conclusione del Rosario a Lourdes,
14 agosto 2004

Conclusione

Il ministro stendendo le mani sui pellegrini dice:

† Con la forza dello Spirito Santo Signore e l’intercessione della Vergine del Rosario, inizi e giunga felicemente a termine questo nostro Pellegrinaggio, che iniziamo con gioia nel nome di Gesù, il Signore, che vive e regna nei secoli dei secoli.

R. Amen.

Santa Maria del Cammino

Mentre trascorre la vita,
solo tu non sei mai:
santa Maria del cammino
sempre sarà con te.

Vieni o Madre in mezzo a noi,
vieni, Maria quaggiù.
Cammineremo insieme a te
verso la libertà.

Quando qualcuno ti dice:
“Nulla mai cambierà”,
lotta per un mondo nuovo,
lotta per la verità! RIT.


Rosario della famiglia
I Mistero – (III Mistero gaudioso)

“Gesù, Figlio di Dio, nasce a Betlemme”

Preghiamo per tutti i bambini

Lettura Biblica

«Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città. Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nazareth, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta. Mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia»

Luca, 2, 2-7a

Meditazione

  • Attraverso le parole di Papa Francesco, accogliamo il dono di Gesù, Figlio di Dio, che entra nel mondo come figlio di una famiglia, per donarci la gioia della comunione con Dio e fra noi, in famiglia:
  • «Il nucleo familiare di Gesù, Maria e Giuseppe è per ogni credente, e specialmente per le famiglie, un’autentica scuola del Vangelo. Qui ammiriamo il compimento del disegno divino di fare della famiglia una speciale comunità di vita e d’amore. Qui apprendiamo che ogni nucleo familiare cristiano è chiamato ad essere “chiesa domestica”, per far risplendere le virtù evangeliche e diventare fermento di bene nella società.
  • È nella famiglia unita che i figli portano a maturazione la loro esistenza, vivendo l’esperienza significativa ed efficace dell’amore gratuito, della tenerezza, del rispetto reciproco, della mutua comprensione, del perdono e della gioia. Dall’esempio e dalla testimonianza della Santa Famiglia, ogni famiglia può attingere forza e saggezza per il cammino di ogni giorno, imparando ad accogliere i figli come dono di Dio, a generarli e educarli cooperando in modo meraviglioso all’opera del Creatore e donando al mondo, in ogni bambino, un nuovo sorriso» (Papa Francesco, 27 dicembre 2015)

Preghiamo insieme

† Gesù, Maria e Giuseppe benedicano e proteggano tutte le famiglie del mondo, perché in esse regnino la comunione e la gioia, la giustizia e la pace, che Cristo nascendo ha portato come dono all’umanità.

Amen.

Recita della decina – Gloria

Preghiera di Fatima

«Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia».

Canto: Ave, Ave, Ave, Maria.

Invocazioni litaniche a Maria Santissima

Invochiamo aiuto da Maria: Madre di Gesù, intercedi per noi.

Aiutaci, Maria, a rispettare e a difendere la vita nascente: Madre di Gesù, intercedi per noi.

Aiutaci, Maria, a insegnare ai nostri figli a vivere da cristiani in ogni tempo e in ogni gesto della nostra vita: Madre di Gesù, intercedi per noi.

Aiutaci, Maria, a educare i nostri figli a risplendere di bontà nelle tenebre di questo nostro mondo: “Madre di Gesù, intercedi per noi.

Aiutaci, Maria, a non lasciar morire in noi la speranza di vedere le nostre famiglie come santuari della vita: “Madre di Gesù, intercedi per noi.

Aiutaci, Maria, a non dimenticare i bambini che soffrono la solitudine, l’abbandono, la fame, la privazione di una terra e di una casa: Madre di Gesù, intercedi per noi.

Canto: Ave, Ave, Ave, Maria.


 II Mistero – (II Mistero Luminoso)

“Le Nozze di Cana”

Preghiamo per i fidanzati che preparano il cuore alle nozze

Lettura biblica

Il terzo giorno vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea e c’era la madre di Gesù. 2Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli. 3Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino». 4E Gesù le rispose: «Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora». 5Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».

(Gv 2, 1-5).

Meditazione

Anche oggi, all’inizio del nostro amore, la tavola è imbandita di tante cose prelibate, ma, come nell’episodio evangelico delle nozze di Cana, può succedere che venga a mancare il vino della festa, e la comunione divenga fragile. Ricordiamo le parole di Papa Francesco:

Dando avvio al suo ministero pubblico nelle nozze di Cana, Gesù si manifesta come lo sposo del popolo di Dio, annunciato dai profeti, e ci rivela la profondità della relazione che ci unisce a lui: è una nuova Alleanza di amore. Cosa c’è a fondamento della nostra fede? Un atto di misericordia con cui Gesù ci ha legati a sé. E la vita cristiana è la risposta a questo amore, è come la storia di due innamorati. Dio e l’uomo si incontrano, si cercano, si trovano, si celebrano e si amano: proprio come l’amato e l’amata nel Cantico dei Cantici. Tutto il resto viene come conseguenza di questa relazione.

La Chiesa è la famiglia di Gesù in cui si riversa il suo amore; è questo amore che la Chiesa custodisce e vuole donare a tutti. Trasformando in vino l’acqua delle anfore Gesù compie un segno eloquente: trasforma la Legge di Mosè in Vangelo, portatore di gioia. (Papa Francesco, 7 luglio 2019)

Preghiamo insieme

† Servirti, Signore, significa ascoltare e mettere in pratica la tua Parola. È la raccomandazione semplice ma essenziale della Madre tua e nostra ed è il programma di vita del cristiano. 

Ti consegniamo la nostra vita, mettendo la povera acqua del nostro amore nel tuo cuore, perché ogni nostra fragilità sia da te trasformata nel “vino” migliore, quello che tu doni per la Chiesa e per il mondo. Amen.

Recita della decina – Gloria

Preghiera di Fatima

«Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia».

CANTO: Ave, Ave, Ave, Maria.

INVOCAZIONI LITANICHE A MARIA SANTISSIMA

Imploriamo aiuto da Maria: Maria, Regina della famiglia, prega per noi.

  • O Maria, che Gesù sia sempre l’immancabile invitato a tutte le feste di nozze: Maria, Regina della famiglia, prega per noi.
  • O Maria, che la vera gioia delle nozze degli sposi cristiani sia la stessa Messa nuziale con la comunione al Corpo e al Sangue di Cristo: Maria, Regina della famiglia, prega per noi.
  • O Maria, che procuriamo e riserviamo le cose migliori agli altri, per spirito di amore: Maria, Regina della famiglia, prega per noi.
  • O Maria, che il massimo della nostra gioia sia l’essere una cosa sola con Cristo come due sposi: Maria, Regina della famiglia, prega per noi.
  • O Maria, che sappiamo attendere in silenzio e con pazienza i tempi di Dio: Maria, Regina della famiglia, prega per noi.

CANTO: Ave, Ave, Ave, Maria.


III Mistero – (V Mistero Luminoso)

“Gesù istituisce l’Eucarestia”

Preghiamo per chi si sente escluso

Lettura biblica

Ora, mentre mangiavano, Gesù prese il pane, recitò la benedizione, lo spezzò e, mentre lo dava ai discepoli, disse: “Prendete, mangiate: questo è il mio corpo”. Poi prese il calice, rese grazie e lo diede loro, dicendo: “Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue dell’alleanza, che è versato per molti per il perdono dei peccati”.

Matteo 26,26-28

Meditazione

  1. La celebrazione dell’Eucaristia non ha solo una dimensione di comunione al corpo di Cristo, ma ci rende fratelli, nella stessa unica famiglia che è la Chiesa, comunione che diventa responsabilità nei confronti dei più deboli. Ascoltiamo le parole di Papa Francesco:
  2. L’Eucaristia esige l’integrazione nell’unico corpo ecclesiale. Chi si accosta al Corpo e al Sangue di Cristo non può nello stesso tempo offendere quel medesimo Corpo operando scandalose divisioni e discriminazioni tra le sue membra. Si tratta infatti di “discernere” il Corpo del Signore, di riconoscerlo con fede e carità sia nei segni sacramentali sia nella comunità, altrimenti si mangia e si beve la propria condanna (cfr 1Cor 11,29). Questo testo biblico è un serio avvertimento per le famiglie che si richiudono nella loro propria comodità e si isolano, ma più specificamente per le famiglie che restano indifferenti davanti alle sofferenze delle famiglie povere e più bisognose.
  3. La celebrazione eucaristica diventa così un costante appello rivolto a ciascuno perché «esamini sé stesso» (v. 28) al fine di aprire le porte della propria famiglia ad una maggior comunione con coloro che sono scartati dalla società e dunque ricevere davvero il Sacramento dell’amore eucaristico che fa di noi un solo corpo. Non bisogna dimenticare che «la “mistica” del Sacramento ha un carattere sociale». Le famiglie che si nutrono dell’Eucaristia con la giusta disposizione rafforzano il loro desiderio di fraternità, il loro senso sociale e il loro impegno con i bisognosi.

(Amoris Laetitia, 186)

Preghiamo insieme

† Signore Gesù, che ci hai fatto dono dell’Eucaristia, che unisce il cielo e la terra, abbraccia e penetra tutto il creato, concedi a tutte le nostre famiglie di vivere nella comunione e nella pace, con cuore aperto agli assetati di giustizia, agli affamati di dignità e rispetto, per restituirti il mondo nella comunione, in gioiosa e piena adorazione.

Amen

Recita della decina – Gloria

Preghiera di Fatima

«Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia».

Canto: Ave, Ave, Ave, Maria.

Invocazioni litaniche a Maria Santissima

Maria interceda per noi: “Maria, guida all’Eucaristia, prega per noi”.

  • Maria intercedi per noi affinché, mangiando il Corpo di Cristo, diventiamo un solo corpo e un solo spirito tra di noi: Maria, guida all’Eucaristia, prega per noi.
  • Maria intercedi per noi affinché, man mano che ci nutriamo di Cristo, acquistiamo un volto benigno e misericordioso come quello di Dio: Maria, guida all’Eucaristia, prega per noi.
  • Maria intercedi per noi affinché diventiamo offerta viva in Cristo: Maria, guida all’Eucaristia, prega per noi.
  • Maria intercedi per noi affinché non ci tiriamo indietro quando abbiamo l’occasione o la chiamata di spezzarci per il bene altrui: Maria, guida all’Eucaristia, prega per noi.
  • Maria intercedi per noi perché la partecipazione all’Eucaristia si traduca in un crescente distacco dal peccato: Maria, guida all’Eucaristia, prega per noi.

Canto: Ave, Ave, Ave, Maria.


IV Mistero – (V Mistero Doloroso)

“Gesù è crocifisso e muore in croce”

Preghiamo per coloro che soffrono e muoiono nella solitudine

Lettura biblica

Quando giunsero sul luogo chiamato Cranio, vi crocifissero lui e i malfattori, uno a destra e l’altro a sinistra. Uno dei malfattori appesi alla croce lo insultava: «Non sei tu il Cristo? Salva te stesso e noi!». L’altro invece lo rimproverava dicendo: «Non hai alcun timore di Dio, tu che sei condannato alla stessa pena? Noi, giustamente, perché riceviamo quello che abbiamo meritato per le nostre azioni; egli invece non ha fatto nulla di male». E disse: «Gesù, ricordati di me quando entrerai nel tuo regno». Gli rispose: «In verità io ti dico: oggi con me sarai nel paradiso».

Lc 23, 33.39-43

Meditazione

  • Non vogliamo restare a guardare, come spettatori muti davanti alla più profonda e struggente testimonianza dell’amore, offerta da un Dio crocifisso per amore. Desideriamo entrare nella sua scia di luce, esortati dalla parola di Papa Francesco:
  • Perché quei crocifissi se la prendono con Gesù? Perché non li toglie dalla croce. Gli dicono: «Salva te stesso e noi!» (Lc 23,39). Cercano Gesù solo per risolvere i loro problemi. Ma Dio non viene tanto a liberarci dai problemi, che sempre si ripresentano, ma per salvarci dal vero problema, che è la mancanza di amore. È questa la causa profonda dei nostri mali personali, sociali, internazionali, ambientali.
  • Dalla croce è sgorgato il perdono, è rinata la fraternità: «la Croce ci rende fratelli» (BENEDETTO XVI, 21 marzo 2008). Le braccia di Gesù, aperte sulla croce, segnano la svolta, perché Dio non punta il dito contro qualcuno, ma abbraccia ciascuno. Perché solo l’amore spegne l’odio, solo l’amore vince fino in fondo l’ingiustizia. Solo l’amore fa posto all’altro. Solo l’amore è la via per la piena comunione tra di noi.

(Papa Francesco, 20 ottobre 2020)

Preghiamo insieme

† Riconosciamo, Signore Gesù, le nostre fragilità, ma sappiamo che tu sei più grande delle nostre debolezze, delle nostre infedeltà, dei nostri peccati e non ci lasci soli, anche nel tunnel della solitudine e della disperazione. Sei in croce per guarirci e mostrarci quanto amore è riversato sulle nostre solitudini, segno dell’immenso amore di Dio per noi.

Recita della decina – Gloria

Preghiera di Fatima

«Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia».

Canto: Ave, Ave, Ave, Maria.

Invocazione litaniche a Maria Santissima

Preghiamo Maria, riflesso del volto crocifisso di Dio: Madre addolorata, prega per noi”.

  • O Maria, Tu che conosci il dolore, rendici poveri e piccoli: Madre addolorata, prega per noi.
  • O Maria, Madre di clemenza e di perdono, rendici umili nel riconoscerci peccatori: Madre addolorata, prega per noi.
  • O Maria, Madre partecipe dell’opera del Salvatore, rendici misericordiosi: Madre addolorata, prega per noi.
  • O Maria, Madre forte nella compassione, apri il nostro cuore a Cristo: Madre addolorata, prega per noi.
  • O Maria, Madre che ci conduci alla salvezza, apri la nostra vita ai meriti di Cristo: Madre addolorata, prega per noi.

Canto: Ave, Ave, Ave, Maria.


V Mistero – (I Mistero Glorioso)

“Gesù risorge dalla morte”

Preghiamo per le famiglie che hanno smarrito la speranza e la gioia

Lettura Biblica

L’angelo disse alle donne: «Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto»

Mt 28, 5-6a

Meditazione

  • Gesù di Nazareth, crocifisso a Gerusalemme sotto Ponzio Pilato, al terzo giorno della sua morte, è risorto, aprendo alla vita un nuovo sconfinato orizzonte. Cristo è Pasqua di risurrezione anche per noi. La morte non è più il confine della nostra esistenza! Ascoltiamo Papa Francesco:
  • Ci sono cristiani che sembrano avere uno stile di Quaresima senza Pasqua. Però riconosco che la gioia non si vive allo stesso modo in tutte le tappe e circostanze della vita, a volte molto dure. Capisco le persone che inclinano alla tristezza per le gravi difficoltà che devono patire, però poco alla volta bisogna permettere che la gioia della fede cominci a destarsi, come una segreta ma ferma fiducia, anche in mezzo alle peggiori angustie.
  • Ricordo la gioia genuina di coloro che, anche in mezzo a grandi impegni professionali, hanno saputo conservare un cuore credente, generoso e semplice. In varie maniere, queste gioie attingono alla fonte dell’amore sempre più grande di Dio che si è manifestato in Gesù Cristo. (Evangelii Gaudium, 6)

Preghiamo insieme

† Signore Gesù, tu ci ha detto: «Voi siete tutti fratelli» (Mt 23,8), indicando nella comunione fra noi il collante della nostra gioia di servire e amare, avvolgi tutti noi con la tua luce gloriosa, che dissipa le tenebre della paura e della tristezza e dona gioia senza fine; mantieni salda in noi l’adesione gioiosa al tuo insegnamento, perché possiamo essere annunciatori di speranza, comunione e gioia per tutti. Amen.

Recita della decina – Gloria

Preghiera di Fatima

«Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno e porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia».

Canto

RIT.    Ave, Ave, Ave, Maria.

Invocazione litaniche a Maria Santissima

Guardiamo Maria, immagine radiosa della gioia pasquale:

“Madre di Gesù risorto e vivo, prega per noi”.

  • Maria ottienici la grazia di riconoscere che Gesù è una Persona viva, presente e operante: Madre di Gesù risorto e vivo, prega per noi.
  • Maria ottienici la grazia che la Parola di Gesù ci ricordi continuamente che la nostra patria è il cielo: Madre di Gesù risorto e vivo, prega per noi.
  • Maria ottienici la grazia di attingere nella Parola di Gesù la vita nuova dei figli di Dio, risorti con Cristo: Madre di Gesù risorto e vivo, prega per noi.
  • Maria ottienici la grazia che l’ascolto della Parola di Gesù si traduca ogni volta in una esperienza di risurrezione a vita nuova: Madre di Gesù risorto e vivo, prega per noi.
  • Maria ottienici la grazia che la Parola di Gesù sia la ragione e la misura del nostro essere servi per amore: Madre di Gesù risorto e vivo, prega per noi.

Canto

RIT.    Ave, Ave, Ave, Maria.

Giunti alla fine del Pellegrinaggio, cantiamo:

SALVE REGINA

Ti salutiamo Regina, Madre di misericordia.
Sei tu sospiro, sei vita, sei tu la nostra speranza.
Sotto il tuo manto di stelle noi cerchiamo riparo.
I nostri fiumi di pianto tu tergi e consola.

Noi siam dispersi nel mondo in questa valle di lacrime.
Sei tu la nostra difesa, tu ci proteggi, Signora.
Portaci in braccia, tu, Madre verso il Santo tuo figlio.
Stringici forte la mano, tu, dolce e clemente.

E lodata sempre sia la nostra bella Madre.
Per sempre sia lodata la gran Vergine Maria,
la gran Vergine Maria, la gran Vergine Maria.


LITANIE

Signore, pietà…………………………………….. Signore, pietà

Cristo, pietà…………………………………………. Cristo, pietà

Signore, pietà…………………………………….. Signore, pietà

Cristo, ascoltaci……………………………… Cristo, ascoltaci

Cristo, esaudiscici………………………… Cristo, esaudiscici

Padre del cielo, che sei Dio,……………… abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio,
……………………………………………………… abbi pietà di noi

Spirito Santo, che sei Dio,………………… abbi pietà di noi

Santa Trinità, unico Dio,………………….. abbi pietà di noi

Santa Maria,……………………………………….. prega per noi

Santa Madre di Dio,…………………………….. prega per noi

Santa Vergine delle vergini,…………………. prega per noi

Madre di Cristo,………………………………….. prega per noi

Madre della Chiesa,…………………………….. prega per noi

Madre di misericordia,………………………… prega per noi

Madre della divina grazia,……………………. prega per noi

Madre della speranza,………………………….. prega per noi

Madre purissima,………………………………… prega per noi

Madre castissima,……………………………….. prega per noi

Madre sempre vergine, ……………………….. prega per noi

Madre immacolata,……………………………… prega per noi

Madre degna d’amore,…………………………. prega per noi

 Madre ammirabile,…………………………….. prega per noi

Madre del buon Consiglio,…………………… prega per noi

Madre del Creatore,…………………………….. prega per noi

Madre del Salvatore,……………………………. prega per noi

Vergine prudente, ………………………………. prega per noi

Vergine degna di onore,………………………. prega per noi

Vergine degna di lode,…………………………. prega per noi

Vergine potente,…………………………………. prega per noi

Vergine clemente,……………………………….. prega per noi

Vergine fedele, ………………………………….. prega per noi

Specchio di perfezione,……………………….. prega per noi

Sede della Sapienza,……………………………. prega per noi

Fonte della nostra gioia,………………………. prega per noi

Tempio dello Spirito Santo,………………….. prega per noi

Tabernacolo dell’eterna gloria,……………… prega per noi

Dimora consacrata a Dio,…………………….. prega per noi

Rosa mistica,………………………………………. prega per noi

Torre della santa città di Davide,…………… prega per noi

Fortezza inespugnabile,……………………….. prega per noi

Santuario della divina presenza,……………. prega per noi

Arca dell’alleanza,………………………………. prega per noi

Porta del Cielo,…………………………………… prega per noi

Stella del mattino,……………………………….. prega per noi

Salute degli infermi,……………………………. prega per noi

Rifugio dei peccatori,………………………….. prega per noi

Conforto dei migranti, ………………………… prega per noi

Consolatrice degli afflitti,…………………….. prega per noi

Aiuto dei cristiani,………………………………. prega per noi

Regina degli angeli,…………………………….. prega per noi

Regina dei patriarchi,………………………….. prega per noi

Regina dei profeti,………………………………. prega per noi

Regina degli Apostoli,…………………………. prega per noi

Regina dei martiri,………………………………. prega per noi

Regina dei confessori della fede,…………… prega per noi

Regina delle vergini,……………………………. prega per noi

Regina di tutti i santi,………………………….. prega per noi

Regina concepita senza peccato,…………… prega per noi

Regina assunta in Cielo,………………………. prega per noi

Regina del Rosario,…………………………….. prega per noi

Regina della famiglia,………………………….. prega per noi

Regina della pace,………………………………. prega per noi.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
…………………………………………………. perdonaci, Signore

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
…………………………………………………… ascoltaci, Signore

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo
…………………………………………………….. abbi pietà di noi.

Prega per noi, santa Madre di Dio
………………….. e saremo degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo

† Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito, per la gloriosa intercessione di Maria santissima, sempre vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine. Per Cristo nostro Signore.

T. Amen.


Atto di affidamento delle famiglie alla Santa Famiglia di Nazareth

«Gesù, Maria e Giuseppe
a voi, Santa Famiglia di Nazareth,
oggi, volgiamo lo sguardo
con ammirazione e confidenza;
in voi contempliamo
la bellezza della comunione nell’amore vero;
a voi raccomandiamo tutte le nostre famiglie,
perché si rinnovino in esse le meraviglie della grazia.

Santa Famiglia di Nazareth,
scuola attraente del santo Vangelo:
insegnaci a imitare le tue virtù
con una saggia disciplina spirituale,
donaci lo sguardo limpido
che sa riconoscere l’opera della Provvidenza
nelle realtà quotidiane della vita.

Santa Famiglia di Nazareth,
custode fedele del mistero della salvezza:
fa’ rinascere in noi la stima del silenzio,
rendi le nostre famiglie cenacoli di preghiera
e trasformale in piccole Chiese domestiche,
rinnova il desiderio della santità,
sostieni la nobile fatica del lavoro, dell’educazione,
dell’ascolto, della reciproca comprensione e del perdono.

Santa Famiglia di Nazareth,
ridesta nella nostra società la consapevolezza
del carattere sacro e inviolabile della famiglia,
bene inestimabile e insostituibile.

Ogni famiglia sia dimora accogliente di bontà e di pace
per i bambini e per gli anziani,
per chi è malato e solo,
per chi è povero e bisognoso.
Gesù, Maria e Giuseppe
voi con fiducia preghiamo, a voi con gioia ci affidiamo».

Papa Francesco,
Preghiera per il Sinodo sulla Famiglia, 5-18 ottobre 2014


Atto di affidamento dei ragazzi a Maria, alla vigilia del nuovo Anno scolastico 2021/2022

«O Maria,
alla vigilia del nuovo Anno scolastico,
Ti offriamo i nostri figli,
le loro attese, le loro ansie, il loro futuro.
Li poniamo sotto la tua potente protezione,
certi che il Tuo amore di madre li sosterrà
e provvederà alle loro necessità materiali e spirituali.

O Maria,
custodisci i nostri figli da ogni pericolo
e liberali da ogni male dell’anima e del corpo,
perché siano conservati nel santo timore di Dio,
in un cuore e in una mente puri.

O Maria,
sostieni noi genitori e gli insegnanti dei nostri figli
nel difficile compito di trasmettere un’educazione cristiana,
così che niente sia anteposto alla legge dell’amore del Padre.
Fa’ che i nostri ragazzi imparino a comportarsi
in modo degno del Vangelo e trovino in Gesù
e nel Suo insegnamento la più bella e gioiosa scuola di vita.

O Maria,
accogli queste nostre invocazioni
che Ti rivolgiamo con serena fiducia:
conservale nel Tuo cuore e presentale al trono dell’Altissimo.

Amen. Così sia!»


Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. LORENZO GHIZZONI Arcivescovo di Ravenna-Cervia

Liturgia della XXIV Domenica del Tempo Ordinario (Anno B)

Liturgia della Parola

Prima Lettura (Is 50, 5-9)

Dal libro del profeta Isaia

Il Signore Dio mi ha aperto l’orecchio
e io non ho opposto resistenza,
non mi sono tirato indietro.
Ho presentato il mio dorso ai flagellatori,
le mie guance a coloro che mi strappavano la barba;
non ho sottratto la faccia
agli insulti e agli sputi.
Il Signore Dio mi assiste,
per questo non resto svergognato,
per questo rendo la mia faccia dura come pietra,
sapendo di non restare confuso.
È vicino chi mi rende giustizia:
chi oserà venire a contesa con me? Affrontiamoci.
Chi mi accusa? Si avvicini a me.
Ecco, il Signore Dio mi assiste:
chi mi dichiarerà colpevole?

Parola di Dio

T. Rendiamo grazie a Dio

Salmo responsoriale (Sal 114)

Camminerò alla presenza del Signore nella terra dei viventi.

Amo il Signore, perché ascolta
il grido della mia preghiera.
Verso di me ha teso l’orecchio
nel giorno in cui lo invocavo.

Mi stringevano funi di morte,
ero preso nei lacci degli inferi,
ero preso da tristezza e angoscia.
Allora ho invocato il nome del Signore:
«Ti prego, liberami, Signore».

Pietoso e giusto è il Signore,
il nostro Dio è misericordioso.
Il Signore protegge i piccoli:
ero misero ed egli mi ha salvato.

Sì, hai liberato la mia vita dalla morte,
i miei occhi dalle lacrime,
i miei piedi dalla caduta.
Io camminerò alla presenza del Signore
nella terra dei viventi.

Seconda lettura (Gc 2, 14-18)

Dalla lettera di san Giacomo apostolo

A che serve, fratelli miei, se uno dice di avere fede, ma non ha opere? Quella fede può forse salvarlo?

Se un fratello o una sorella sono senza vestiti e sprovvisti del cibo quotidiano e uno di voi dice loro: «Andatevene in pace, riscaldatevi e saziatevi», ma non date loro il necessario per il corpo, a che cosa serve? Così anche la fede: se non è seguita dalle opere, in se stessa è morta.

Al contrario uno potrebbe dire: «Tu hai la fede e io ho le opere; mostrami la tua fede senza le opere, e io con le mie opere ti mostrerò la mia fede».

Parola di Dio

T. Rendiamo grazie a Dio

Canto al Vangelo (Gal 6,14)

Quanto a me non ci sia altro vanto che nella croce del Signore, per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo.

Vangelo (Mc 8, 27-35)

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù partì con i suoi discepoli verso i villaggi intorno a Cesarèa di Filippo, e per la strada interrogava i suoi discepoli dicendo: «La gente, chi dice che io sia?». Ed essi gli risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa e altri uno dei profeti».

Ed egli domandava loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro gli rispose: «Tu sei il Cristo». E ordinò loro severamente di non parlare di lui ad alcuno.

E cominciò a insegnare loro che il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto, ed essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere.

Faceva questo discorso apertamente. Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo. Ma egli, voltatosi e guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro e disse: «Va’ dietro a me, Satana! Perché tu non pensi secondo Dio, ma secondo gli uomini».

Convocata la folla insieme ai suoi discepoli, disse loro: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi sé stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà, ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà».

Parola del Signore

T. Lode a te, o Cristo.


Canti Santa Messa

Alzati e risplendi

Alzati e risplendi, ecco la tua luce,
è su te la gloria del Signor. (x2)
Volgi i tuoi occhi e guarda lontano,
che il tuo cuore palpiti di allegria.
Ecco i tuoi figli che vengono a te,
le tue figlie danzano di gioia.

GERUSALEM, GERUSALEM,
SPOGLIATI DELLA TUA TRISTEZZA.
GERUSALEM, GERUSALEM,
CANTA E DANZA AL TUO SIGNOR.

Marceranno i popoli alla tua luce
ed i re vedranno il tuo splendor. (x2)
Stuoli di cammelli ti invaderanno,
tesori dal mare affluiranno a te.
Verranno da Efa, da Saba e Kedar
per lodare il nome del Signor. RIT.

Kyrie

Kyrie eleison, Christe eleison.
Kyrie eleison, Christe eleison.

Signore pietà, Cristo pietà.
Signore pietà, Cristo pietà.

Kyrie eleison, Christe eleison.
Kyrie eleison, Christe eleison.

Gloria a Dio

Gloria a Dio nell’alto dei cieli.
Gloria a Dio nell’alto dei cieli
e pace in terra agli uomini
amati dal Signore.

Ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo,
ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa,

Signore Dio, re del cielo, Dio Padre onnipotente.
Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo,
Signore Iddio, Agnello di Dio, Figlio del Padre,
tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;
tu che togli i peccati del mondo,
accogli la nostra supplica;
tu che siedi alla destra del Padre,
abbi pietà di noi.

Perché tu solo il Santo, il Signore,
l’Altissimo, Gesù Cristo,
con lo Spirito Santo:
nella gloria di Dio Padre.

Amen, amen.

Le mani alzate

LE MANI ALZATE VERSO TE, SIGNOR,
PER OFFRIRTI IL MONDO.
LE MANI ALZATE VERSO TE, SIGNOR,
GIOIA È IN ME NEL PROFONDO.

Guidaci tu, Signore, siamo tuoi,
sei via, vita e verità.
Se ci terrai le mani nella mano,
il cuore più non temerà.

Usaci tu, Signore, siamo tuoi,
nulla possiamo senza te.
Nel Nome tuo potremo far prodigi,
nulla potremo senza te.

Santo

Santo, santo, santo il Signore.
Santo, santo, santo il Signore Dio dell’universo.

I cieli e la terra sono pieni di te.
I cieli e la terra sono pieni di te, della tua gloria.

Osanna, osanna, osanna nell’alto dei cieli.
Osanna, osanna, osanna nell’alto dei cieli.

Benedetto è colui che viene.
Benedetto è colui che viene nel nome del Signore.

Osanna, osanna, osanna nell’alto dei cieli. (x2)

AGNELLO DI DIO

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
abbi pietà di noi.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo,
dona a noi la pace.

SPEZZIAMO IL PANE

Spezziamo il pane,
mangiamo il corpo di Gesù. (x2)

ANCHE SE IN MOLTI,
SIAMO UN SOL CORPO,
PERCHÉ INSIEME NOI
MANGIAMO UN SOLO PANE. (x2)

Prendiamo il vino,
beviamo il sangue di Gesù (x2).

Veniamo a Te

Noi veniamo al tuo altare,
tu ci chiami alla tua presenza,
pane vivo ci doni, Signore,
sei respiro per l’anima stanca.

Come sposa che attende lo Sposo
alle nozze noi siamo invitati,
sei per noi quella lampada accesa
che rischiara il buio del mondo.

Senza te non troviamo dimora,
tu sei forza, rifugio sicuro.

VENIAMO A TE, INSIEME VENIAMO A TE,
QUESTO È IL TUO CORPO SPEZZATO PER NOI,
QUESTO È IL TUO SANGUE VERSATO PER NOI.
VENIAMO A TE, VENIAMO A TE.

Tu da sempre ci attendi, Signore,
anche quando vaghiamo nel mondo,
come un passero cerca la strada
per volare in un nido sicuro.

Siamo terra deserta, senz’acqua,
noi veniamo a cercare ristoro,
solo tu sei sorgente che sgorga,
acqua viva che placa ogni sete.

Dal tuo cuore trafitto ci doni
come un fiume la tua salvezza.

MAGNIFICAT

L’ANIMA MIA MAGNIFICA IL SIGNORE
ED IL MIO SPIRITO ESULTA AL SALVATORE
PERCHÉ HA GUARDATO ALL’UMILTÀ DELLA SUA SERVA
E D’ORA IN POI MI CHIAMERAN BEATA.

Grandi cose ha fatto in me il Signore e santo è il suo Nome.
La sua bontà si stende su chi lo teme,
ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi di cuore,
ha rovesciato i potenti dai loro troni.

Ha innalzato gli umili, ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote;
ha soccorso il suo servo Israele, ricordando la sua bontà promessa
ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza per sempre.

La famiglia è viva! Viva la famiglia


Preghiera per l’Incontro Mondiale delle famiglie 2022

Padre Santo, siamo qui dinanzi a Te per lodarti e ringraziarti per il dono grande della famiglia.

Ti preghiamo per le famiglie consacrate nel sacramento delle nozze, perché riscoprano ogni giorno la grazia ricevuta e, come piccole Chiese domestiche, sappiano testimoniare la tua Presenza e l’amore con il quale Cristo ama la Chiesa.

Ti preghiamo per le famiglie attraversate da difficoltà e sofferenze, dalla malattia, o da travagli che Tu solo conosci: sostienile e rendile consapevoli del cammino di santificazione al quale le chiami, affinché possano sperimentare la Tua infinita misericordia e trovare nuove vie per crescere nell’amore.

Ti preghiamo per i bambini e i giovani, affinché possano incontrarti e rispondere con gioia alla vocazione che hai pensato per loro; per i genitori e i nonni, perché siano consapevoli del loro essere segno della paternità e maternità di Dio nella cura dei figli che, nella carne e nello spirito, Tu affidi loro; per l’esperienza di fraternità che la famiglia può donare al mondo.

Signore, fa’ che ogni famiglia possa vivere la propria vocazione alla santità nella Chiesa come una chiamata a farsi protagonista dell’evangelizzazione, nel servizio alla vita e alla pace, in comunione con i sacerdoti ed ogni stato di vita. Benedici l’Incontro Mondiale delle Famiglie. Amen.


Scarica il libretto in PDF